sabato 20 settembre 2014

Sono figo, per mia nonna.


E così, questo è quello che mangio a colazione. 
Io, Davide.


Immagino non v'interessi per niente. Be', allora ho raggiunto il mio scopo.

Oggi ho voglia di fare così, di sbattervi in faccia quello che non v'interessa. 
E sapete perché?

Perché sono stufo d'impegnarmi per sembrare una persona piacevole che ha sempre qualcosa di interessante da dire. Mi sono rotto i cosìddetti di inventarmi (o copiare spudoratamente) frasi pseudo-filosofiche da postare su Twitter, di spaccarmi le braccia per trovare un'inquadratura che mi faccia sembrare più bello nel selfie da mettere su Tumblr, di selezionare i video di YouTube che mi faranno guadagnare più mipiace su Facebook. 
E sappiate che sfioro l'esaurimento nervoso ogni volta che, finite le vacanze estive/di Natale/Pasqua, il PR palestrato e fissato con la vita mondana mi chiede:

 "Hey, che hai fatto a Ferragosto/Capodanno/Pasquetta?"

NIENTE. Non ho fatto NIENTE. Io non sono un tipo figo. 
A Ferragosto ero da mia nonna, 
a Capodanno ero piegato sul water a vomitare per colpa del cotechino della suddetta nonna,
a Pasquetta ero a mangiare la grigliata della pluripremiata nonna! 

E, santo cielo, io stamattina a colazione ho mangiato questo: brioche preconfezionata, succo d'arancia e cappuccino slavato. Forse potreste pensare che consumare una colazione nutriente faccia molto wellness&fitness, ma vi rovino pure questa: la colazione me l'ha preparata mia nonna.